Punto più importante

Ebrei 8,1-10

Lo afferma l’autore stesso:”Il punto più importante delle cose che stiamo dicendo è questo: noi abbiamo un sacerdote così grande che si è assiso sul trono della Maestà nei cieli (Dio), ministro del santuario e della vera tenda, che il Signore , non un uomo (fosse anche Mose’) ha costruito”.

Lo ringraziamo! Abbiamo capito che Gesù Messia e Risorto è, non solo il Figlio, ma il sommo sacerdote che esercita il vero culto, e non solo un’immagine o ombra di esso, come avveniva colsacerdozio di Aronne.

Lo stesso Aronne, secondo quello che dice la Scrittura, faceva tutto secondo il modello mostrato sul monte. In realtà questo modello che Aronne “copiava” è Cristo stesso.

C’era proprio bisogno di questo grande cambiamento, alleanza migliore di cui Gesù sacerdote è mediatore perfetto.

Alleanza profetizzata già dalla Scrittura. C’è stata una prima alleanza, ma Israele non ha creduto. Ora c’è una alleanza che incomincia col perdono di Dio, perdono che è il vero fondamento di ogni passo che l’uomo può e deve fare.

Perdono “che dimentica”, cioè realizza qualcosa di nuovo. Infatti si tratta di una “alleanza nuova”. Essa consiste non nell’imporre la legge, ma nel trasformare il cuore/mente si che la legg possa essere compiuta. possa essere compiuta.