Guardati dal dimenticare il Signore, tuo Dio

Deuteronomio 8,11-20

La dimenticanza di Dio non è soltanto di tipo mnemonico, ma è pratica, nei fatti. Coincide col non osservare i suoi comandi.

Da un lato è Dio che dona case, cibo, bestiame, ricchezze, dall’altro è Israele che si costruisce case … Ebbene, c’è un pericolo costante: cadere nell’orgoglio. Orgoglio che crea poi una illusione/equivoco: credere che tutto questo te lo sei dato tu!

Pensa/ricorda, invece, l’esperienza del deserto. Ti sei dato tu l’acqua, il cibo? ti sei trovato tu la strada giusta? Allora, “ricordati del Signore, tuo Dio”. E’ lui che ti ha dato tutto e ti continua a dare tutto … come oggi! Egli mantiene l’alleanza dandoti le cose, mantieni anche tu l’alleanza obbedendo a lui … non dimenticandolo.

Se invece dimentichi il Signore, tuo Dio, cioè, se vai a servire altri dèi … “andrete in rovina certamente, come le nazioni che il Signore sta per mandare in rovina davanti a voi”.

Dunque: ascoltate la voce del Signore, vostro Dio!