Non respiro più, aiutami!

Salmo 69, 1-19

Grida uno che sta annegando: l’acqua gli giunge alla gola e gli toglie il respiro.

In verità, cos’è che gli toglie il respiro? E’ la presenza di persone cattive che vogliono distruggere la sua vita. Essi vogliono semplicemente distruggere, vogliono che io scompaia nell’abisso.

O Dio, io non sono irreprensibile: sono stolto e commetto errori. Meriterei anch’io la condanna, ma tu non fai come i cattivi e non mi distruggi. Tu correggi con amore.

Allora, accetto tutto da te: di essere corretto perché le perone non si allontanino da te per colpa mia; di diventare estraneo perfino ai miei fratelli; di ricevere insulti e scherni, a causa tua ….

Ma, ora, sto annegando ed è troppo! Per questo “ti prego: liberami dal fango, non lasciarmi affondare e inghiottire dall’abisso”. Tradotto:”Liberami da chi mi odia e salvami”

La risposta alla mia preghiera viene, non dai meriti che non ho, ma dalla fedeltà del tuo amore e dalla grandezza della tua tenerezza.