Metti in pratica la parola

Luca 6,43-49

 

Tu, discepolo di Gesù, che albero sei? Lo si vede dai frutti. E tu, che frutti produci?

Alla luce di tutto il discorso della pianura, i frutti sono condensati nell’ultima esortazione: “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso”. Altri frutti che non siano espressione vera dell’amore sono frutti da poco o addirittura cattivi/velenosi.

Legato al discorso dei frutti, sta quello del cuore (pensiero/volontà). Il tuo è un cuore cattivo e quindi che produce male, o un cuore buono che produce bene?

L’ultimo ammonimento è in linea con tutta la predicazione profetica ed è questo: occorre fare, mettere in pratica, dare frutti buoni … , e non accontentarsi di parole, fossero anche le più corrette, come … Signore, Signore!

Dunque, ti è stato chiesto che albero sei e quale cuore ti trovi dentro. Ora, a conclusione, ti si chiede che costruttore sei.

Se ascolti le parole e metti a fondamento la pratica di esse, sei un costruttore sapiente. La tua casa, la tua vita sarà salda nonostante i tanti problemi che insorgeranno.

Ammonimento: scava a fondo! cioè, lascia che la parola … ti scavi a fondo, nel cuore (pensiero/volontà)!